Lo zio di Demi Lovato attacca la Disney

di Fabio Morasca Commenta

Il ricovero in rehab di Demi Lovato, avvenuto durante la sua tournèe con i Jonas Brothers, continua a far discutere.

Questa volta a prendere parole è Francisco Lovato, lo zio della cantante e attrice di origine italiana, che ha rilasciato alcune affermazioni sullo stato di salute della nipote.

Secondo Francisco, infatti, Demi sarebbe esausta e l’uomo ha criticato fermamente la Disney per non aver concesso qualche giorno di vacanza in più a Demi e di averla caricata di troppo lavoro.

Demi Lovato, per chi non lo sapesse, è stata ricoverata per questioni emotive e fisiche e ha dovuto saltare le ultime date del tour con i Jonas Brothers.

Voci sostengono che il ricovero sia dovuto a una lite con la ballerina Alex Welch (girano anche delle foto di Alex con un bel livido in faccia) ma Francisco Lovato continua a sostenere che la causa del ricovero sia dovuto a un forte esaurimento.

Al sito Too Fab, Francisco ha dichiarato:

Ho visto Demi durante il mese d’agosto e ho anche assistito a un suo concerto con i Jonas Brothers a Sacramento. Demi ha fatto un grande show e c’era una grande energia. Era di buon umore ma le ho comunque detto una cosa: “Demi, stai lavorando duramente e so che la gente ama il tuo talento ma tu rischi di esplodere”. Lei si girò, e con uno sguardo molto serio, mi disse: “Guarda, io lavoro molto duro!”.  Sembrava molto esaurita.

E ha aggiunto:

Ho parlato con Dianna, la mamma di Demi, che mi ha detto: “Sto cercando di far ottenere a Demi, due giorni di riposo, perchè sta lavorando tutti i giorni. Vorrei che Demi riposasse un po’”. E non era l’unico membro della famiglia a essere preoccupato. Anche il padre Patrick lo era molto.

Viste queste dichiarazioni, il ricovero di Demi Lovato sembra essere avvolto ancora di più nel mistero.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>