Davide Merlini, da X Factor a Romeo

di Redazione 1

Dopo la sua esperienza nel talent musicale X Factor, Davide Merlini, sotto diretto suggerimento della sua madrina Simona Ventura, si prepara a un’altra enorme avventura. Si tratta di Romeo e Giulietta, Ama e cambia il mondo, l’opera musicale prodotta da David Zard che debutterà all’Arena di Verona il 2 e 3 ottobre.

Una prova davvero importante per Davide, che ha già dimostrato di avere le capacità canore giuste, ma che non è per niente abituato al lavoro poliedrico dell’attore teatrale, a cui è richiesto non solo di saper cantare, ma anche di ballare e lavorare molto sul lato interpretativo. Davide ha raccontato questa sua nuova avventura a Tgcom24, tirando fuori tutte le sue speranze e paure.

A suggerire a Davide Merlini di partecipare allo spettacolo è stata Simona Ventura, che per tutto il programma lo ha seguito da vicino e ha imparato a conoscere tutti i suoi punti di forza.

Quando è finito X Factor, Simona Ventura mi ha comunicato che c’era la possibilità di partecipare a un’opera musicale ispirata a Romeo e Giulietta. Così, dopo una riunione con il Presidente della Sony, abbiamo deciso di intraprendere questa strada.

Davide è sicuramente eccitato dell’opportunità che, dopo un provino a Roma, gli è stata concessa. Ma anche un po’ spaventato all’idea di dover recitare, cantare e ballare.

Lo ammetto, è un impegno enorme per me. Cantare per me è facile, il buon Dio mi ha dato un grande dono e c’è da recitare e ballare. Dovrò lavorare molto per sciogliermi e tra i progetti c’è anche la scuola di ballo, anche perché avete visto anche a X Factor che sono un legno. Recitare non è come leggere la Gazzetta e richiederà molta memoria.

E mentre facciamo un enorme in bocca al lupo a Davide, aspettiamo di vederlo in scena il 2 e 3 ottobre all’Arena di Verona e, successivamente, al Gran Teatro di Roma dal 18 ottobre. Con lui sul palcoscenico ci sarà anche Giulia Luzi, protagonista de I Cesaroni e Un Medico in Famiglia, nel ruolo della dolce e tenace Giulietta.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>