Goodbye Lullaby: nuovo album di Avril Lavigne nel 2011

di Chiara Commenta

Finalmente, dopo due anni di lavoro, l’8 marzo 2011 uscirà in tutti i negozi di dischi, Goodbye Lullaby, quarto album della cantautrice Avril Lavigne.

Il primo singolo estratto dal disco, intitolato What The Hell, verrà presentato nella notte di San Silvestro in diretta al programma televisivo americano Dick Clark’s Rockin’ New Year’s Eve.

Avril Lavigne, per questo disco, ha collaborato con Deryck Whibley, Evan Taubenfeld e Butch Walker e con l’autore e produttore Max Martin. L’artista continua a raccontare di sé e delle sue esperienze personali attraverso i suoi testi e la sua musica e Goodbye Lullaby è espressione della sua maturità artistica, presentando un sound morbido ed essenziale.

I brani si preannunciano coinvolgenti, tra tutti spiccano What The Hell, un vero e proprio “incoraggiamento” al divertimento e alla libertà, e Stop Standing There, che riprende una musicalità da gruppi femminili primi anni ’50.

Avril ringrazia i suoi affetti più cari, nel rock di Smile, indaga le dinamiche di una relazione in Push, mostra la sua tenerezza in Wish You Were Here e decide di chiudere un capitolo per passare a quello successivo nella title track Goodbye.

Avril Lavigne ha venduto oltre 30 milioni di album nel mondo e ha ottenuto 8 nomination ai Grammy e 7 premi Juno.

L’esplosiva cantante ha debuttato sulla scena musicale nel 2002 con Let Go, un album che ha fatto innamorare il pubblico grazie a hit come Sk8r Boi e Complicated.

Under My Skin, invece è del 2004, arrivando immediatamente al primo posto delle classifiche di Billboard. Lo stesso è stato per il suo terzo album The Best Damn Thing, che con il singolo Girlfriend, ha totalizzato oltre 130 milioni di visualizzazioni su YouTube. Di Avril, è anche la canzone Alice per Alice in Wonderland, film diretto da Tim Burton.

Ecco la tracklist:

1 – What the Hell
2 – Stop Standing There
3 – Smile
4 – Push
5 – Goodbye
6 – Wish You Were Here
7 – Everybody Hurts
8 – 4 Real
9 – Remember When
10 – Darlin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>