Messy Little Raindrops: il nuovo album di Cheryl Cole

di Chiara Commenta

Cheryl Cole ha pubblicato il suo secondo album, dal titolo Messy Little Raindrops, pubblicato con l’etichetta Polydor Records e in commercio dal 24 novembre.

Cheryl ha iniziato a lavorare al suo nuovo album, immediatamente dopo la vittoria ai Brit Awards, avvenuta lo scorso febbraio, ottenendo un grandissimo successo e aggiudicandosi il premio per il miglior singolo per Fight For This Love.

La traccia, che si è rivelata immediatamente una grande hit anche nel nostro paese, è, insieme a 3 Words e Parachute, tra le tracce dello scorso album inserite come bonus-track anche in questo nuovo lavoro. Inoltre, il primo singolo di Messy Little Raindrops, Promise This, registrata con Wayne Wilkins, ha ricevuto consensi e notevoli riconoscimenti di pubblico nel Regno Unito e non solo.

Il nuovo album è una commistione felice di più stili e generi musicali tra cui pop, R&B e dance.

Cheryl ha, inoltre, collaborato con un gruppo di nuovi produttori come Starsmith (Ellie Goulding/Kylie Minogue) Shux (Jay Z) e JR Rotem (Rihanna/Jason Derulo).

L’album include anche altre preziose collaborazioni come quella di Dizzee Rascal in Everybody Everyone e Travie McCoy in Yeah Yeah.

L’anno scorso si è avuta la consacrazione di Cheryl come una delle pop star inglesi più di successo: il primo album ha, infatti, venduto quasi un milione di copie solo nel Regno Unito e ha avuto l’onore di portare avanti un tour europeo (che ha fatto tappa anche a Milano) coi Black Eyed Peas.

Qui, di seguito, la tracklist dell’album:

1 – Promise This
2 – The Flood
3 – Yeah Yeah (feat. Travie McCoy)
4 – Better To Lie (feat. August Rigo)
5 – Everybody, Everyone (feat. Dizzee Rascal)
6 – Raindrops
7 – Cold Heart
8 – Hummingbird
9 – Amnesia
10 – Happy Tears
11 – Waiting

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>