Justin Bieber: nessun megastore per lui

di Valentina Cervelli Commenta

La passione per il cantante canadese Justin Bieber è una febbre che è stata in grado di colpire a macchia d’olio le teenager dell’intero globo. Tra le ultime notizie balzate alle cronache, quella di un megastore, a Los Angeles, a tema Biebs.

La notizia ha ovviamente mandato su di giri le fan del ragazzo, eccitate all’idea. Peccato che la portavoce di Justin abbia confutato l’informazione, specificando che quella pensata con il gruppo commerciale “The Grove” era stata solo una idea.

Stavamo lavorando con loro lo scorso anno su una idea del genere. Lo scorso novembre è saltato tutto, non accadrà.

Fan di Biebs, consolatevi. A breve uscirà infatti il docufilm sulla vita del cantante e lo stesso Justin si sta dando da fare, su twitter, per spiegare che questa pellicola non è solo uno spaccato della sua vita dedicato alle fan, ma la storia del coronamento di un sogno.

Come @jonmchu dice, non dovete essere fan per vedere questo film. Dovete semplicemente aver voglia di vedere un bel film sul coronamento di un sogno impossibile.

Sempre a proposito di “Never say Never”, una piccola chicca. Tra le canzoni presenti anche una scritta dall’autrice fresca di Golden Globe Diane Warren. L’artista si è aggiudicata il riconoscimento per la miglior canzone originale cantata da Cher nel film “Burlesque”.

Il brano scritto per Justin si chiama “Born to be somebody”, ed è stata appena conclusa dalla Warren, già autrice di  “I don’t want to miss a thing” degli Aerosmith.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>