Harry Styles e la bisessuale “Medicine”

di Valentina Cervelli Commenta

Harry Styles non smette mai di stupire ed in positivo, grazie al cielo, in un mondo dove spesso e volentieri a prevalere sono valori tutt’altro che buoni. Il cantante ha presentato un inedito “Medicine” nel corso del tour: un vero e proprio inno bisessuale.

Il giovane degli One Direction ha sottolineato qualche tempo fa che non sente il bisogno di specificare la sua sessualità e già in passato nel corso di interviste aveva reso palese come fosse aperto all’amore a prescindere dal genere della persona. Per molti Medicine, con il suo testo, rappresenta un vero e proprio inno alla bisessualità e non si può dare loro torto. Altri parlando di un vero e proprio coming out musicale. Chi ha ragione? Probabilmente entrambe le fazioni, sebbene sarebbe più corretto parlare di indizio piuttosto che di qualcosa di certo.

Medicine, ad ogni modo, oltre ad essere una piacevole canzone da ascoltare possiede un testo abbastanza spinto da farci chiedere se non si una risposta musicale alla “No control” degli One Direction che tanto ha fatto cantare e divertire fan in tutto il mondo. Insomma, appare evidente che l’attività condotta sia la stessa. Chi vuole capire capisca? Forse.

Quel che è certo è che il tour di Harry Styles, appena iniziato, sta mostrando di andare molto bene al momento, sia per ciò che concerne l’apprezzamento di coloro che comprano la sua musica sia per ciò che riguarda la critica. E forse suoneremo di parte, ma su questo non avevamo davvero alcun dubbio. Mai avuto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>