Ian Harding Ita, Mondoteen intervista Giada, fondatrice del gruppo su Twitter

di Valentina Cervelli Commenta

ian harding ita mondoteen intervista giada fondatrice gruppo twitter

Ian Harding è un attore interessante e di talento. Nel nostro paese è conosciuto per essere l’interprete del personaggio di Ezra Fitz in Pretty Little Liars, telefilm nel quale recita con la bellissima Lucy Hale. Oggi condividiamo con voi una piacevole intervista con Giada, la ragazza che ha fondato il primo gruppo italiano su Twitter dedicato all’attore.

Un luogo dove Giada aggiorna sulla serie ed interagisce con Ian Harding, che non di rado, abbiamo potuto verificare nel tempo, le risponde. Parlare con lei è come consultare una simpatica enciclopedia su Pretty Little Liar, sul cast dello stesso ed ovviamente su Ian. Ecco per voi la nostra chiacchierata con “Ian Harding Ita“.

MT: Come hai conosciuto l’esistenza di Ian Harding?

IHI: Sono un’appassionata di telefilm. Ne seguo molti, ma d’estate la maggior parte sono in pausa, quindi seleziono qualche telefilm nuovo.Nel 2011 è stata la volta di Pretty Litte Liars. E da lì è iniziato tutto 🙂

MT: Cosa è scattato che ti ha fatto decidere per questo profilo twitter dedicato?

IHI: Ho iniziato a conoscere twitter e tumblr quella stessa estate. Un’estate molto produttiva direi! ;)Ho un’account twitter privato. L’ho sempre usato per parlare di telefilm e non solo con persone da tutto il mondo. L’anno scorso, vedendo che molti italiani si erano avvicinati a PLL, ho deciso di creare un’account dedicato a Ian Harding. Quest’anno, da quando Italia 1 ha iniziato a mandare Pretty Little Liars in chiaro, molti si sono subito appassionati. Mi piace condividere informazioni sul cast e su Ian con i nuovi fan italiani.

MT: E’  facile interagire con lui?

IHI: Per nulla! Non ha un buonissimo rapporto con la tecnologia. È stata Lucy Hale (la sua co-star) ha convincerlo a creare un account twitter! Non è molto online. Sono stata abbastanza fortunata ad avere qualche risposta sia sul mio profilo personale sia sul fan account. Lui usa molto twitter per promuovere raccolte fondi per la ricerca. Sua mamma è malata di Lupus da molti anni e suo cugino non è riuscito a sconfiggere il cancro. È molto importante per lui diffondere consapevolezza su questi argomenti. Capita a volte che risponda a tweet molto random e questo è una parte di lui molto apprezzata dai fan.

MT: Cosa hai provato la prima volta che ti ha risposto?

IHI: Non posso nascondere che mi sono agitata un sacco!! Gli ho chiesto chi ritraessero le foto nell’ufficio di Ezra e lui mi ha risposto che erano foto reali con i suoi amici e famigliari. Non sono più una ragazzina, ma quella banale risposta mi ha fatto sentire tale!!

MT: Abbiamo visto che sembri essere punto di riferimento anche per altre fan non italiane…

IHI: Non da molto PLL ha avuto successo in Italia. Prima di tutto sono un membro della #PLLfamily (così ci definiamo). Una grande famiglia internazionale. Dal 2010 PLL va in onda negli Stati Uniti e le fan americane, e non solo, fanno sentire molto la loro voce sui social network. Il finale della 2° stagione ha registrato il massimo traffico twitter mai avuto nella storia dei telefilm. Condividere opinioni e teorie dopo ogni puntata è parte del divertimento. Per far sentire la nostra voce creiamo trend mondiali e discutiamo con gli scrittori e produttori dello show (i quali sono molto disponibili). Poi ci sono le fan fiction, le gif su tumblr, le teorie, le frasi preferite. Riguardo ad Ian, cerco di tenere aggiornati i fan su i suoi ultimi progetti, interviste o apparizioni pubbliche. Non è molto difficile. Basta mezz’oretta e saper dove cercare in google 😉

MT: Cosa hai provato quando lo hai incontrato?

IHI: Ho partecipato alla Convention su Pretty Little Liars a Nimes (Francia) lo scorso febbraio. Io e altre 4 ragazze europee conosciute su twitter abbiamo deciso di incontrarci là e condividere questa esperienza. È stato un weekend intenso ed indimenticabile. Hanno partecipato Ian Harding, Keegan Alle e Holly Mary Combs. Al primo momento è stato surreale vederli in carne ed ossa. La mia prima impressione? “Com’è alto e muscoloso Ian!! non si direbbe!” Sono stati tutto molto gentili e disponibili durante le interviste, gli autografi e le foto. La parte migliore, però, è stato il party serale. Abbiamo avuto modo di chiacchierare con loro molto tranquillamente. Hanno ballato con noi e ci siamo divertiti. Lì ho avuto modo di apprezzare quanto Ian sia un ragazzo con i piedi per terra, un grande ascoltatore e sempre con la battuta pronta. Non si è risparmiato nei complimenti sui nostri outfit. Un ragazzo molto dolce.

MT:  Raccontaci di te, così ti conosciamo meglio

IHI: Io? Non c’è molto da raccontare su di me. Studio, mi arrangio con mille lavoretti, amo il mio gatto. Ho un ragazzo che dice di non essere geloso di Ian, ma che dovrebbe esserlo 😉 Twitter mi ha fatto avvicinare a molte persone stupende, alle quali mi sono affezionata e che chiamo amici.  Vorrei incontrare di nuovo Ian, magari ad una convention in Italia, ma mi ritengo già molto fortunata ad averlo già incontrato. Non molte fan possono dire lo stesso. È un ragazzo che tiene molto alla sua privacy e non si fa riconoscere per strada. A lui non piace condividere troppe informazioni sulla sua vita privati e questo lo rispettiamo. ma siamo talmente curiose che troviamo sempre le risposte alle nostre domande. Per fortuna molti del cast e della crew di PLL ci allietano con sue foto dal set. Non vedo l’ora di guardare le nuove puntate di Pretty Littel Liars, scoprire che è Read Coat, vedere Ezra interagire con le altre ragazze e riconquistare Aria.

Photo Credit | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>