Maturità 2013: consigli per il ripasso

di Valentina Cervelli Commenta

Tra qualche giorno avranno inizio gli esami di maturità 2013 e decine di migliaia di studenti si troveranno a dover affrontare una delle prove più dure della propria vita di studenti. Come affrontare questi giorni che mancano? Oggi vi daremo dei consigli per il ripasso, focalizzati sulle prove che dovrete affrontare.

Prima di iniziare tre regole da seguire: dormire adeguatamente, mangiare sano, e fare dell’attività fisica, anche se per pochi minuti. Il vostro organismo beneficerà di tutto ciò e sarà più reattivo.

Maturità 2013: ripassare seguendo uno schema

Il ripasso prima dell’esame di maturità non deve essere un’accozzaglia di nozioni lette tutte di seguito senza che il cervello abbia la possibilità di registrarle adeguatamente. E’ importante organizzare il lavoro secondo uno schema ben preciso, che consenta di districarsi tra un argomento e l’altro facendo propri gli insegnamenti. Suddividere il ripasso in diverse giornate seguendo dei percorsi didattici precisi suddivisi per materia o argomento di interesse se interdisciplinari, può aiutare ad affrontare sia prove come il tema, sia la seconda prova, diversa per ogni percorso di studio superiore.

Maturità 2013: focalizzare i punti deboli

Altresì importante è riuscire a focalizzare i propri punti deboli ed impegnarsi il più possibile a superarli, magari con l’aiuto di esercizi specifici contenuti nei libri o attraverso delle simulazioni di prova. Se pensate di essere deb0li nell’esposizione orale, allenatevi nel ripetere il contenuto della vostra tesina, approcciando allo stesso modo anche il restante programma, tentando di creare dei percorsi multidisciplinari di esposizione.

Photo Credit | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>